Katira: tesoro d'oriente

La Goond Katira è una gomma proveniente principalmente dall’Iraq.
Questa viene utilizzato a livello alimentare, specie come addensante per sciroppi o per le paste per la decorazione.
A quest’ultimo proposito viene utilizzata per dare la giusta consistenza, tale da poter essere lavorata fin nei minimi dettagli, alle decorazioni.
Spesso utilizzato anche nell’industria tessile.
La gomma si presenta insapore, inodore, per lo più solida e con un colore tendente all’ambrato.
Composta principalmente da polisaccaridi e, come molte altre gomme, è privo di altri valori nutrizionali.
Il prodotto è di origine vegetale, ed è ricavato dai fusti e dai rami di più di 20 specie leguminose. (fonte Zenstore)

La katira può essere usata, oltre che per preparare bevande, anche per preparare un gel da utilizzare:

La katira, infatti, idrata molto il capello e dona lucentezza e morbidezza al capello rigenerandolo e rendendolo più elastico.

La ricetta per prepararlo è la seguente, sia che abbiate i ‘sassolini’ che la polvere: prendete 120ml di acqua e unitevi 3gr di katira.
Lasciate in ammollo 12 ore e frullate poi con il minipimer o un frullatore.

Otterrete un gel simile al seguente:

 
26230552_1299610133476009_5549958214729175352_n.jpg
La katira può essere velocemente preparata anche a caldo in due modi:

  • Microonde
  • Sul fuoco

Microonde:
Unire a 3 gr di katira 120ml di acqua in un vasetto di vetro.
Far andare il microonde per 2 minuti a 850w incoperchiando.
Attendere un paio di minuti e controllare la densità.
Ripetere per un minuto.
Attendere di nuovo due minuti, ricontrollandone la densità.
Finalizzare con altri due minuti.
Attendere si intiepidisca prima di usarla, frullandolo preventivamente.
Fornello:
Unire a 3 gr di katira 200ml di acqua in un contenitore antiaderente.
Mettere a fuoco alto attendendo il bollore.
Abbassare la fiamma e far andare per circa 15 minuti controllandone la densità.
Attendere si intiepidisca prima di usarla, frullandolo preventivamente.
Modo d’uso:

Per usarlo dopo shampoo, è necessario che i vostri capelli siano già districati.

Se quindi avete un capello molto pieno di nodi vi suggerisco una passata di balsamo/crema.
Dopodiché potete procedere a tamponare i capelli e spalmare la katira su tutta la chioma, cute inclusa.
A questo punto dovrete attendere (senza mettere pellicola o cuffiette, che la katira secchi prima di sciacquarla.
I capelli risulteranno rinati.
Per accelerare il processo di indurimento (soprattutto in inverno), potete usare un phon o un casco di quelli ‘portatili’ in modo da farlo seccare velocemente (15 minuti circa).
Dopodiché dovrete solo sciacquare e procedere all’asciugatura come d’abitudine.
Vedrete i capelli rinascere morbidi, idratati e voluminosi!!!
Conservazione:
Essendo a base acquosa, potete conservare la katira in due modi: congelandola oppure unendo 0.6 gr di cosgard o nobact ogni 99.6gr di gel (a occhio su 100gr potete mettere 16/18 gocce).
Potete conservarla anche in frigo per 3-4 giorni (massimo 7) in una ciotola larga, scoperta, in modo che non ammuffisca (,olto dipende dal vostro frigo, io lo tengo a 4°).
Vi sono anche altre ricette lasciate dalle utenti del gruppo Passione Naturale che vi lascio perché molto interessanti.

KATIRA e camomilla

Ho preparato un mezzo bicchiere di infuso strong di camomilla per mia figlia che è riccia e bionda (ma ovviamente si può usare solo acqua).

L’ho lasciato intiepidire, poi ci ho aggiunto due cucchiaini di gel di katira preparato a parte ed uno di gel di aloe, frullato tutto con il minipimer e l’ho utilizzato come restyling per i suoi ricci, su capello asciutto.

Nel caso si desiderasse preparare dosi per più giorni si consiglia di utilizzare un conservante per cosmetici, ad esempio cosgard.

Federica
KATIRA e burro di karitè

Una volta preparato il gel, incorporare un cucchiaio scarso di burro di  karité ammorbidito e mescolare bene, indi applicare sui capelli umidi, post shampoo se porosi, pre shampoo se poco porosi.

Poliana

KATIRA e lavanda

Ho utilizzato katira da idratare, acqua calda e fiori secchi di lavanda, preparato il tutto sul fuoco delicato e successivamente filtrato per rimuovere le impurità ed i fiori, indi frullato il tutto, il risultato è un balsamo al profumo di lavanda strepitoso!

Daisy