Pasta all'acqua: antibrufoli e non solo

La pasta all’acqua è un preparato che trovate facilmente nelle farmacie galeniche e online.
Le proprietà di questo preparato sono principalmente: azione lenitivia e azione cicatrizzante.
Può essere quindi usata per eritemi da pannolino (una sola volta al giorno di applicazione altrimenti la pelle non respira; va benen anche per chi si ritrova infiammata a causa degli assorbenti), o in modo puntuale sui brufoli per asciugarli e sfiammarli.
Non mettetela su tutto viso, perchè tende ad asciugare quindi la pelle tenderà a tirare: va usata in modo preciso laddove vi sia da far agire la sua azione assorbente e disseccante.
Per farla in casa servono 4 ingredienti: ossido di zinco (lo trovate in farmacia, sfuso e serve perchè assorbente, astringente e lenitivo); glicerina (idratante); amido di mais (assorbente); acqua o idrolato.
Ingredienti:

  • 30 g ossido di zinco
  • 30 g amido di maiso di riso
  • 30 g glicerina vegetale
  • 15-20g di acqua distillata (o per es. idrolato di lavanda o salvia) oppure acqua di rubinetto fatta bollire e raffreddare

Preparazione:
Unite tutte le polveri in una ciotolina, aggiugete la glicerina e iniziate a versare il liquido prescelto.
Poco per volta, amalgamando bene, mescolate per formare una pastella cremosa.
A questo punto potete imbarattolarla.
Non preoccupatevi se riaffiora l’acqua, basterò rimescolarla.
Così com’è comcepita dura circa 3 mesi, dopodichè inizierà ad indurire.