Routine depilatoria: come svernare in modo indolore

Buongiorno ragazze finalmente si avvicina l’estate!!!
La natura si risveglia e con essa tutte le creature grazie al Dio Sole che torna a risplendere imponente e sopratutto a farci squagliare di caldo.
Per ovviare a ciò ecco tirar fuori dai nostri armadi vestiti gonne e pantaloncini che mettono in mostra le nostre gambe.
Ma noi le abbiamo preparate queste gambe da mostrare??
Premetto che per quanto mi riguarda per me è una sofferenza dovermi depilare, sia per il dolore ma soprattutto perché soffro di follicolite e peli incarniti che odio con tutta me stessa.
E scoprire le gambe è un problema, perché mi guardo attorno e ne vedo di splendide che invidio (ovviamente in senso buono).
Beate loro mi dico con gli occhi a cuoricino 🙂
Per rimediare a questi problemi ho fatto varie ricerche e diversi tentativi!  Non ho trovato purtroppo la soluzione definitiva ma sicuramente un beneficio si solamente però se rispetto tutto l’ iter da seguire e solo cosi la depilazione non diventa una tortura.
Ora vi descrivo i vari passaggi che eseguo:
Prima di tutto preparo la pelle almeno una settimana prima di quando ho deciso il “disboscamento” XD  e la idrato con una buona crema corpo(potete utilizzare anche burri od oli).
In questo modo la pelle è più morbida e lo strappo risulterà meno doloroso.
Poi faccio uno scrub almeno due giorni prima per dare modo alla pelle di non stressarsi troppo.
Finalmente arriviamo al momento fatidico!
Questi sono tutti i prodotti che utilizzo per il mio iter 😀
Fotor_152683519811021.jpg
Dunque iniziamo:
per prima cosa passo il disinfettante in tutta la gamba e poi vado con il silk epil.
Dopo che ho terminato, se la pelle la vedo troppo rossa, causa follicoli  ci metto del ghiaccio per alleviare e così faccio uguale con l’altra gamba e poi aspetto un poco e rimetto il disinfettante.
Io al momento ho questo verde Liso + Form che non va bene per la cute lesa, per cui lo utilizzo solo nella prima fase.
Di solito mi depilo la mattina presto così la pelle ha il tempo di riprendersi e poi la sera metto una crema riparatrice (io ho trovato la Bioecocream) o a base di zinco per lenirla.
Queste le utilizzo i primi due giorni dopodiché passo ad un crema a base di calendula o aloe possibilmente, altrimenti va benissimo una qualsiasi crema idratante.
In foto le creme della mia amata collezione!!!  <3
Fotor_152684584128469.jpg
Da questo momento sono tutta contenta e felice di sfoggiare i miei vestitini finché i “simpatici” peli non torneranno a ricrescere.
Ma se dovermi depilare era una sofferenza la ricrescita è la mia tortura perché avviene tutto ciò che vi ho detto all’inizio.
Oltre al fatto che mi sembra di avere i ricci attaccati alle gambe.
Per cui questo è il momento più importante e delicato perché se siamo brave a non trascurarci dedicandoci con maggior attenzione alle nostre gambe, non ci stressiamo ed evitiamo che i peli possano incarnirsi, dando prurito,  creando pustole e infezioni.
Quindi come prima cosa dobbiamo fare un bagno caldo che ci apre i pori poi esfoliamo la nostra pelle facendo un peeling,  o uno scrub oppure utilizziamo un guanto di crine, di luffa o molto meglio il magic peeling (io ho il guanto kessa di Janas, lo trovo ottimo) per togliere la pelle morta, in questo modo il pelo si solleva e non si incarna.
Inoltre ricordate di tenere la pelle sempre ben idratata con oli o creme in base ai propri gusti.
IMG_20180520_202018.jpg
Ma se si dovesse comunque presentare qualche pelo incarnito, trattatelo in questo modo:
utilizziamo  l’olio essenziale di amamelide che contrasta le infiammazioni e le infezioni oltre ad essere un ottimo astringente, ricco di tannini grazie alla quale stimola la circolazione sanguigna; oppure l’olio essenziale d’albero del tè che è il miglior antibatterico naturale, aiuta a ridurre le infezioni e a combattere i brufoli infiammati, sollecitando  il pelo ad uscire dalla pelle.
Vi ricordo che ogni olio essenziale va veicolato in olio vettore: ad es una o due gocce disperse dentro un cucchiaio di olio di mandorle.
A differenza delle creme che le spalmiamo in tutta la zona gli oli vanno utilizzati solo localmente, quindi sul brufoletto.
Applicare una goccia di olio e massaggiare con un cotton fioc o cotone due volte al giorno.
Mi raccomando per chi utilizza il silk epil come me, da pulire ogni volta che lo si usa. Io lo lavo semplicemente con acqua e sapone di marsiglia 🙂
Buona depilazione a tutte!
Sayonara
Aya