Gli oli vegetali: cosa sono questi spettacolari alleati?

 
Oggi Giulia ci racconta in dettaglio cosa siano gli oli vegetali e le principali proprietà.
Gli oli vegetali: cosa sono questi spettacolari alleati?
Sono lipidi, grassi, contenuti all’interno delle piante.
Non si trovano tutti nella stessa parte, ma si possono localizzare ad esempio nei semi, nei frutti, nei fiori, nelle foglie, nelle radici e nel rizoma.
Si possono estrarre con diversi metodi: spremitura a freddo, estrazione con solventi, distillazione in corrente di vapore.
-Con la distillazione in corrente di vapore si ottengono gli oli essenziali e gli idrolati, tramite uno strumento chiamato alambicco.
-Con l’estrazione tramite solventi la pianta, o parti di essa, vengono immerse all’interno di un solvente organico (altro olio, altri tipi di lipidi o solventi come l’alcool) e bisogna aspettare un determinato lasso di tempo per far sì che l’estrazione avvenga. Tutto questo processo, però, spesso può avere luogo con l’aiuto di solventi chimici in modo tale da ridurre le tempistiche e abbattere i costi di produzione. Ciò comporta, perciò, la possibilità che il solvente chimico rimanga in parte nel prodotto finito. E’ così svelato il motivo per cui si consiglia sempre caldamente di acquistare oli vegetali estratti tramite spremitura a freddo (tranne in casi in cui non si può, come con l’iperico), ora vi spiego in cosa consiste.
-La spremitura a freddo, o pressatura, è il metodo più antico e naturale per ottenere oli vegetali ed è anche il più sicuro per la qualità del risultato. Questa procedura avviene attraverso macchinari che spremono direttamente le piante, o parti di esse, per ottenere l’olio vegetale.
Per quanto riguarda la conservazione, gli oli devono essere riposti in contenitori chiusi, al riparo dalla luce e dall’aria, per evitare il processo di irrancidimento e deterioramento del prodotto.
Quando sbirciamo sull’INCI dei nostri cari cosmetici, spesso i nomi in latino di questi preziosi alleati si ripetono, lasciandoci in testa una domanda: chissà quali proprietà hanno?
Qui di seguito vi lascio qualche dettaglio utile su alcuni degli oli più apprezzati in campo cosmetico e non (molti ottimi anche in cucina!), in ordine alfabetico per una consultazione veloce:
Albicocca (INCI: Prunus armeniaca)
Estratto dal nocciolo del frutto. E’ un olio molto leggero, poco untuoso e facilmente assorbibile, con odore gradevole di noce/nocciola. Ricco di vit. A, E ed acido oleico (molto nutriente), ha proprietà rigeneranti, elasticizzanti, illuminanti e protegge il film idrolipidico della cute, prevenendone anche l’invecchiamento.
Argan (INCI: Argania spinosa)
Estratto dal frutto dell’albero dell’argania. E’ un olio di colore ambrato, possiede un accentuato
aroma tostato e un caratteristico gusto di nocciola. Molto stabile e ricco in vit. E (antiossidante naturale), non irrancidisce facilmente. Si assorbe rapidamente, leviga e ammorbidisce la cute. Viene usato come coadiuvante nella normalizzazione della pelle impura, per la prevenzione delle smagliature ed è un buon anti-age.
In dettaglio trovate altre informazioni qui:

Avocado (INCI: Persea gratissima)
Estratto per spremitura della polpa disidratata del frutto dell’avocado. E’ un olio con una ottima penetrabilità e stabilità, con proprietà nutrienti, addolcenti, emollienti, restitutive e riepitelizzanti. Ricco di vitamine liposolubili, betacarotene, lecitine e clorofilla. Grazie alla sua composizione stimola la produzione di collagene, protegge da agenti nocivi e dai raggi UV. Ideale per pelli mature, rilassate e spente.
Canapa (INCI: Cannabis sativa)
Estratto dai semi, i quali sono ricchi di acidi grassi essenziali (Omega3 ed Omega6) che aiutano a mantenere in forze le membrane cellulari. Contiene anche vit. E. Ha proprietà anti-age, emollienti, idratanti. Ottimo come restitutivo per le pelli mature e aride, ma adatto anche per quelle normali.
Ecco un modo per usarlo:

Cocco (INCI: Cocos nucifera)
Estratto dai semi, ovvero le noci di cocco. Questo olio ha forma solida a temperatura ambiente dato da un punto di fusione molto alto. Ha proprietà elasticizzanti, emollienti e lenitive. Contiene acido laurico, un acido grasso che possiede capacità antivirali, antimicrobiche, antiprotozoarie e antifungine, quindi è un naturale antisettico.
In dettaglio trovate altre informazioni qui:

Crusca di riso (INCI: Oryza sativa)
Estratto dal germe e dalla pellicola interna (pula) del chicco di riso, ovvero il rivestimento esterno che è presente sul chicco prima che esso venga trasformato nel classico riso raffinato che possiamo comprare al supermercato. Contiene gamma-orizanolo, ovvero un fitosterolo che vanta proprietà antiossidanti e proprietà schermanti dai raggi UV, quindi protegge la pelle dallo stress ossidativo e dal fotoinvecchiamento. Oltre questo, possiede capacità emollienti, idratanti ed antinfiammatorie.
Germe di grano (INCI: Triticum vulgare)
Estratto dai semi germogliati del frumento. E’ un olio limpido di colore giallo. Possiede una buona percentuale di acido linoleico, oleico, tocoferoli, fitosteroli e fosfolipidi. Ha un alto contenuto di vit.E, ovvero 190mg su 100g. Adatto per la cura di pelli sensibili, secche, mature, quindi ottimo anti-age. Ha proprietà restitutive, emollienti ed idratanti. E’ in grado di ridare salute e lucentezza ai capelli secchi e soggetti a stress.
Girasole (INCI: Helianthus annuus)
Estratto dai semi. E’ un olio di colore giallo-ambrato. Possiede un alto contenuto di vit.E, acido linoleico ed anche oleico, le percentuali variano a seconda del luogo di provenienza. Ha proprietà antiossidanti (protegge le cellule dall’invecchiamento cutaneo), nutrienti, idratanti, rinfrescanti e ristrutturanti per l’epidermide.
Ottimo per la preparazione di oleoliti:

Jojoba (INCI: Buxus chinensis o Simmondsia chinensis)
Estratto dai semi. E’ un olio molto stabile (in realtà è una cera liquida), di consistenza cerosa, di colore giallo paglierino, inodore, con enormi affinità con il sebo della cute, penetra facilmente attraverso i pori della pelle ed i suoi interstizi. Ricco in tocoferoli, non si ossida e non irrancidisce. Utile per ripristinare la naturale barriera lipidica cutanea, adatto perciò alle pelli secche, devitalizzate e poco nutrite.
Lino (INCI: Linum usatissimum)
Estratto dai semi. E’ un olio ricco in Omega3 ed Omega6, acidi grassi essenziali. Ha proprietà elasticizzanti, idratanti ed ammorbidenti. E’ un coadiuvante per le pelli secche e spente, è ideale contro i rossori e le screpolature. E’ un ottimo alleato contro le rughe. Agisce anche come lucidante se applicato sui capelli.
Mais (INCI: Zea mays)
Estratto dai semi. E’ un olio limpido, stabile anche a basse temperature, resiste all’ossidazione anche senza aggiunta di antiossidanti. Ricco di acidi grassi insaturi come l’acido oleico, linoleico, tocoferoli e fitosteroli. Ha proprietà ristrutturanti, elasticizzanti, ammorbidenti ed anti-age. Ideale per le pelli secche, delicate e sensibili.
Macadamia (INCI: Macadamia ternifolia)
Estratto dai semi. E’ un olio di colore giallo chiaro ed inodore. Contiene acidi grassi monoinsaturi, di cui il palmitoleico, il quale è presente nel nostro sebo, perciò altamente affine alla nostra cute. Ha una buona scorrevolezza e poca untuosità. Resiste abbastanza bene all’irrancidimento. Ha proprietà addolcenti, nutrienti, emollienti e ristrutturanti. Ideale per pelli spente, secche e sensibili.
Mandorle dolci (INCI: Prunus amigdalus dulcis)
Estratto dai semi. Il suo uso nella cosmesi ha radici antichissime. E’ un olio limpido, giallo chiaro, con odore leggero e sapore velatamente dolce. Ricco di acidi grassi polinsaturi ed alto contenuto di vit. A ed E. Delicato, con proprietà lubrificanti, emollienti, nutrienti e protettive. Da utilizzare puro come prevenzione delle smagliature anche in gravidanza. E’ ottimo per i massaggi.
Mirtillo rosso (INCI: Vaccinium macrocarpon)
Estratto dai semi. E’ un olio di colore giallo, leggero e dall’aroma neutro, leggermente fruttato. Possiede un alto contenuto di acido gamma-linoleico (acido grasso semi essenziale omega6) e sostanze antiossidanti come il tocoferolo. Nutriente, anti-age, fotoprotettivo, idratante e lubrificante.
Nocciola (INCI: Corylus avellania)
Estratto dal frutto. E’ un olio giallo-ambrato, inodore, dal sapore dolciastro. Ottimo in caso di eritema solare. Possiede proprietà antiossidanti. Inoltre antinfiammatorie, astringenti, purificanti, cicatrizzanti e riequilibranti sulle pelli grasse e impure. Ha una texture simile a quella dell’olio di mandorle ma si assorbe più velocemente. (Attenzione in caso di allergia al frutto!)
Oliva (INCI: Olea europaea)
Estratto dal frutto. Contiene acidi grassi, vitamine (A, D, E) ed una frazione, detta insaponificabile, fortemente affine al sebo cutaneo con azione protettiva, antirughe e seborestitutiva, inoltre stimola i processi riparativi dell’epidermide e del derma. Allo stato naturale aiuta a lenire le scottature, a rinforzare i capelli deboli e a nutrire quelli secchi.
Ricino (INCI: Ricinus communis)
Estratto dai semi. E’ un olio viscoso e chiaro, molto pesante. E’ affine alla nostra cheratina (costituente dei peli, dei capelli e delle unghie), molto nutriente. Capace di creare un film protettivo capace di ridurre notevolmente la disidratazione cutanea. Noto per le sue proprietà ammorbidenti, ristrutturanti e rinforzanti su unghie, capelli e ciglia. Per alleggerirlo è preferibile mischiarlo ad un olio più leggero.
Qui trovate due ricette per usarlo sui capelli e per rinforzare le unghie:

Rosa Mosqueta (INCI: Rosa moschata)
Estratto dai semi delle bacche della pianta. E’ un olio leggero e di facile assorbimento. Ricco in acidi grassi insaturi come linoleico, oleico e linolenico che conferiscono all’olio proprietà elasticizzanti, nutrienti ed antinfiammatorie. Stimola il rinnovamento cellulare ed ha una buona azione schiarente sulla cute, quindi adatto in caso di macchie. Molto versatile: per pelli sensibili, senescenti, per smagliature e cicatrici, per scottature ed eritemi solari, per le pelli secche e per quelle più impure.
Sesamo (INCI: Sesamum indicum)
Estratto dai semi. E’ un olio giallo paglierino, inodore, dalla consistenza fluida e delicata. Ricco di antiossidanti come sesamina e sesamolina, le quali fanno sì che non irrancidisca. Vi sono anche vit. B ed E. Utilizzato sin dagli antichi egizi nei massaggi per la sua facile stendibilità; ad oggi ottimo coadiuvante nella difesa dai raggi UVB. Riesce a calmare il prurito in caso di dermatiti ed eritemi.
Vinaccioli (INCI: Vitis vinifera)
Estratto dai semi (vinaccioli) della vite. E’ un olio ricco di acidi grassi insaturi e tocoferoli che lo rendono un olio stabile e facilmente utilizzabile in cosmesi. Non contiene molta vit. E, però compensa in polifenoli (detti anche vit.P, ovvero un antiossidante), i quali favoriscono un’azione anti-age, vasoprotettrice e antinfiammatoria. Questo olio aiuta a proteggere la pelle dagli agenti atmosferici, nonché dai radicali liberi e dall’ossidazione cellulare, quindi dall’invecchiamento precoce.