Gel Artiglio del Diavolo Volga

L’altro pomeriggio parlavo al telefono con un’amica e tra un discorso e l’altro, dai gatti ai cristalli, all’hennè, giusto per non smentirci mai, è venuto fuori anche l’argomento “dolori muscolari”.

E così mi è venuto in mente un prodottino, che sto usando e che merita decisamente di essere conosciuto: il gel all’Artiglio del Diavolo di Volga Cosmetici.

Parto con il parlarvi un poco dell’Azienda, prima.

Volga Cosmetici

Il Laboratorio nasce nel 2004 per la produzione ed il confezionamento di prodotti cosmetici del canale farmacia, erboristeria e centri benessere, proponendo linee dermocosmetiche ad alta tollerabilità, per pelli sensibili, reattive e sensibilizzate.

Alla base della filosofia aziendale la scelta di privilegiare la qualità e la ricerca del prodotto artigianale, fabbricato a piccoli lotti, per avere un prodotto finito sempre fresco.

Tutte le fasi della fabbricazione, formulazione, produzione e confezionamento sono eseguite senza alcun intervento esterno e le materie prime utilizzate acquistate in Italia da aziende certificate.

Per Volga è fondamentale la scelta delle materie prime: per la maggior parte naturali e di origine vegetale, ecosostenibili nella produzione e nello smaltimento, mentre i sintetici utilizzati sono selezionati tra quelli sicuri e biodegradabili.

Una scelta che Volga spiega perfettamente nel sito ufficiale “Le nostre materie prime non sono necessariamente allineate col biodizionario cosmetico, perché il nostro criterio di scelta prende in considerazione anche il concetto di bontà dermatologica che spesso è offuscato dalla priorità del naturale a tutti i costi: noi sosteniamo l’idea del naturale il più possibile, ma quando è possibile. Ovvero non accettiamo come “verdi” sostanze irritanti, allergeniche e a bassa tollerabilità, benché naturali. Il nostro riferimento è solo la letteratura scientifica attraverso gli studi relativi di ogni sostanza sulla composizione chimica, l’origine, la sua lavorazione, lo smaltimento, le sue reali proprietà dermatologiche, funzionali e di tollerabilità. Così nascono i nostri cosmetici, in formulazioni studiate per essere essenziali sia negli ingredienti che nella loro lavorazione, per mantenerne inalterate le proprietà dall’origine fino al prodotto nelle vostre mani”.

Tutti i cosmetici Volga rispettano le seguenti caratteristiche: bontà dermatologica, scelta di ingredienti di primissima qualità, alta tollerabilità per le pelli sensibili, scelta dei principi attivi in funzione di criteri consolidati come l’effettiva funzionalità e la piacevolezza della texture.

I prodotti sono ad alta tollerabilità, privi di parabeni, di paraffine, petrolati, siliconi. Le emulsioni sono a base di: burro di karité, olio di argan, olio di jojoba, olio di avocado, olio di mandorle ed in generale di oli vegetali. I detergenti sono a base di: zinco coceth solfato, succinati, proteine idrolizzate del grano, olio di mandorle. I principi attivi funzionali utilizzati derivano dall’esperienza della botanica farmaceutica e sono esclusivamente di origine vegetale.

Insomma, una bella realtà che ho avuto modo di toccare con mano al Sana ed ancora prima a Fai la cosa giusta.

E mi sono affidata a loro con serenità quando si è trattato di comprare un prodotto a base di Artiglio di Diavolo, dopo aver fatto delle ricerche circa la sostanza funzionale a me più congeniale per trattare i disagi muscolari.

Gel Artiglio del Diavolo n. 218

Linea Oro Terra Mare (Cosmeceutici)

E veniamo al prodotto: si tratta di un’emulsione facile da stendere e dalla profumazione gradevole che si è rivelata estremamente efficace per trattare problemi di contratture muscolari.

Ovviamente stiamo parlando di un coadiuvante, e non di un farmaco nè sostitutivo dello stesso, che può essere utilizzato in caso di dolori artritici, muscolari, strappi, tensioni fisiche di diversa natura.

Il principio attivo del prodotto è ovviamente l’Artiglio del Diavolo, presente come mi ha specificato l’Azienda in forma di estratto a secco in dosaggio del 5% per renderlo più efficace.

Ma vediamo di cosa si tratta (info tecniche da My personal trainer): l’Artiglio del diavolo è il nome comune utilizzato per indicare l’Arpagofito (nome botanico Harpagophytum procumbens), una pianta perenne che appartiene alla famiglia delle Pedaliacee.

Conosciuto in lingua inglese con i sostantivi di “grapple plant” (pianta rampino), “wood spider” (ragno di legno) e di “devil’s claw” (artiglio del diavolo), l’Artiglio del Diavolo cresce in Africa Meridionale, in particolar modo nelle regioni orientali e sud-orientali della Namibia, nel sud del Botswana, nella regione del Kalahari, nel Northern Cape ed in Madagascar.

La pianta deve il suo nome alle escrescenze che la caratterizza, dotate di robusti uncini che, penetrando nelle zampe degli animali, procurano serie ferite, costringendoli a compiere una danza “indiavolata”.

La parte usata a scopo medicamentoso è costituita dalle escrescenze laterali della radice tuberosa (dette radici secondarie), che contengono alte percentuali di principi attivi.

Famoso è diventato l’uso etnobotanico nell’Africa Meridionale, dove è utilizzato da secoli per la cura di vari problemi, come malattie reumatiche, dolori articolari, febbre, problemi allo stomaco.

In fitoterapia, dopo che i benefici dell’Artiglio del Diavolo sono stati confermati dagli studi di Schmidt, studi che hanno portato alla scoperta di tre glicosidi ritenuti responsabili degli effetti analgesici ed antipiretici (Arpagoside, Arpagide, Procumbide), viene ampliamente utilizzato in quanto si è dimostrato particolarmente attivo soprattutto nelle situazioni che causano dolore e infiammazione come: tendinite, osteoartrite, artrite reumatoide, mal di schiena, dolori cervicali.

Il principio attivo può essere utilizzato ad uso interno, su indicazione medica, od ad uso esterno, come nel caso del Gel Volga.

L’indicazione fornita dal produttore è semplicemente quella di spalmare il prodotto fino a completo assorbimento tutte le volte che se ne sente il bisogno.

Per completezza di informazione vi riporto anche l’INCI: aqua, helianthus annuus seed extract, harpagophytum procumbens extract, vitis vinifera leaf extract, glyceryl stearate, cetearyl alcohol, tocopherol, ascorbyl palmitate, sodium benzoate, potassium sorbate, ethylhexylglycerin, citric acid, sodium phytate.

Come detto il principio attivo è presente sotto forma di estratto a secco in percentuale del 5% in modo da renderne efficace l’impiego.

Il contenitore è in alluminio riciclabile gold color, PVC trasparente riciclabile.

Personalmente lo trovo un buon prodotto, l’emulsione si stende molto facilmente e non unge la pelle. L’assorbimento è abbastanza rapido e ciò ne rende l’uso piacevole.

Questa la consistenza 
IMG_2529.JPG

E’ dal mese di settembre che lo sto utilizzando al bisogno sia per trattare problemi muscolari a livello di arti inferiori, sia sulla mandibola massacrata dalla mia esasperante tendenza a contrarre i denti sempre e comunque. E devo dire che i benefici li ho riscontrati soprattutto sulla mandibola, utilizzando l’emulsione anche per effettuare un massaggio decontratturante, come mi ha insegnato la mia amica estetista Ayurveda, potendo anche usufruire dei principi attivi contenuti nel gel.

Il gel è reperibile in alcune bio profumerie e da gennaio tornerà disponibile in un quantitativo di 1000 pezzi, proprio perché la loro filosofia è privilegiare la qualità alla quantità.

Insomma se avete problemi di contratture muscolari o similari, ve lo consiglio senz’altro.