Rosa damascena

Antico rimedio molto diffuso in India e Marocco, la polvere di Rosa Damascena è ottenuta dalla triturazione dei petali di rosa di Damasco (o Damascena) ed è nota in Ayurveda per la sua proprietà di bilanciare i tre Dosha, rilassando il corpo e la mente.

Secondo i principi dell’Ayurveda, la Rosa (Shatapatrî in sanscrito), appartenente alla famiglia delle Rosacee, è considerata come il fiore dell’Amore divino, tanto che, nella simbologia indiana, il Chakra del cuore è rappresentato proprio da una rosa.

L’utilizzo della polvere di Rosa serve quindi a promuovere l’armonizzazione, a bilanciare le emozioni, soprattutto in caso di difficoltà relazionali ed emotive, a rilassare il corpo e la mente, incoraggiando la meditazione e allontanando i sentimenti negativi.
In particolare, si dimostra utile per calmare i nervi, soprattutto in caso di squilibrio di Pitta, aprire il cuore e la mente alla riflessione, allontanare i sentimenti negativi quali rabbia, gelosia e desiderio di vendetta.
Nella tradizione Ayurvedica, la rosa è raccomandata in caso di forte stress o tensione nervosa, in presenza di disturbi quali ansia e depressione, o di dolori mai accettati.

Da un punto di vista fisico, in Ayurveda, la Rosa Damascena, con la sua azione antisettica, antinfiammatoria ed antispasmodica, è tradizionalmente utilizzata per alleviare le infiammazioni e per calmare le persone nervose.
E’ anche nota per le sua capacità disintossicanti e digestive. Le sue proprietà rigeneranti e tonificanti sono apprezzati in caso di pelle sensibile ed irritata, nonché per prevenire o ridurre i segni dell’invecchiamento.

E’ inoltre apprezzata per il suo profumo inebriante, sia nell’auto produzione cosmetica, per profumare i cosmetici per la cura della pelle per il viso, corpo e capelli, sia per lucidare e profumare i capelli.

Per la cura della pelle, la polvere di rosa damascena si dimostra ideale per tutte le tipologie di pelle, con particolare giovamento per le pelli mature, sensibili ed irritate.
Applicata sulla cute, soprattutto del viso, dimostra proprietà tonificanti, anti age, migliora e mantiene l’elasticità cutanea, e lenitive delle irritazioni cutanee.
Per lenire la cute sensibile e/o irritata, la polvere di rosa può essere utilizzata da sola od in sinergia con polvere di peonia, idrolato di Achillea o di camomilla romana, macerato oleoso di calendula, olio essenziale di lavanda vera o di camomilla romana.
Per sfruttarne al meglio l’azione anti age, è possibile preparare l’impacco di polvere di rosa damascena con sola acqua oppure in sinergia con the verde in polvere, acqua di rose, oli vegetali quali olivello spinoso, Borragine, lampone, rosa canina, crusca di riso, oli essenziali, ad esempio di Rosewood (legno di rosa).

Ecco alcune ricette per una maschera viso, da realizzare mescolando la polvere con acqua tiepida, per applicare sul viso asciutto e pulito, posa 15 minuti, dopo un massaggio delicato. Si consiglia di risciacquare delicatamente con acqua tiepida e di applicare un idrolato di rose o altro tonico.

Combinazioni*:
Utilizzando polvere di petali di rosa e polvere di amla si crea una maschera che ringiovanisce e tonifica la pelle.
Multani e polvere di rosa insieme saranno una maschera che andrà a pulire in profondita’ e rinfrescare la pelle.
Neem e rosa per affrontare la pelle grassa, senza stressarla.
Possiamo aggiungere la polvere di petali di rosa all’acqua del bagno per ottenere una pelle fresca e luminosa.

Sotto forma di macerato oleoso è ideale come olio da utilizzarsi per massaggi rilassanti o per il trattamento della pelle matura.

Da notare, che la polvere di Rosa, seppur consigliata per pelli delicate, può da luogo a reazioni cutanee, si consiglia di effettuare un test allergico, sull’incavo del gomito 24 ore prima dell’applicazione. Non utilizzare durante i primi tre mesi di gravidanza.

Per la cura dei capelli, è possibile utilizzare la polvere di Rosa Damascena per realizzare un impacco post shampoo, semplicemente aggiungendo una dose a piacere ad un impacco a base di erbe, gam, gel aloe vera od una maschera.

La polvere di Rosa, può inoltre essere impiegata per la realizzazione di un decotto, una volta filtrato il quale può essere utilizzato per la preparazione di un impacco a base di erbe ayurvediche.

E’ adatta a tutte le tipologie di capelli, cui conferisce lucentezza ed un dolce profumo, e non avendo alcun potere tintorio può essere tranquillamente utilizzata anche su capelli chiari.

L’idrolato di Rosa Damascena

Usata da secoli per purificare ogni tipo di pelle, l’Acqua di rose penetra profondamente ed aiuta a riequilibrare il pH della pelle, chiude i pori, ha proprietà antibatteriche e previene le infezioni, dona alla pelle del viso, anche per la più secca, estrema la morbidezza.

L’Acqua di Rose ha infatti una qualità pressoché unica: quella di bilanciare la produzione di sebo della pelle e di adattarsi alla tipologia di pelle, pertanto, in caso di pelle secca, potrà essere utilizzata come idratante, mentre, per contro, in caso di pelle mista o grassa, contribuirà a combattere l’eccessiva formazione di sebo.

Un vero must have nella cura quotidiana della pelle, che contribuisce a migliorare, agendo da anti-age e donando al viso la migliore protezione che la Natura possa offrire, è possibile inoltre vaporizzarla ogni qualvolta avvertiate la necessità, operazione particolarmente gradita in estate, perché permette alla pelle di rimanere sempre idratata e fresca.

L’acqua di Rose è anche un detergente naturale ed è possibile vaporizzarla sul viso e poi passare con un batuffolo di cotone o con il guantino in microfibra per rimuovere le impurità.
L’Acqua di rose è anche un eccellente dopobarba da spruzzare sul viso per idratarlo dopo la rasatura.

Inoltre, la dolce fragranza che la caratterizza aiuta a calmare ed a rilassare la mente e dona una sensazione di freschezza.

Modalità di utilizzo:

Come tonico: spruzzare o tamponare con un batuffolo di cotone sul viso dopo la pulizia. Lasciare asciugare prima di applicare la crema.

Come impacco decongestionante: spruzzare l’acqua di rose su de batuffoli/dischetti di cotone precedentemente inzuppati in acqua molto fredda. Applicare sugli occhi e lasciare in posa una decina di minuti per decongestionare la zona oculare e perioculare. Ottimo rimedio in caso di borse, occhiaie e occhi stanchi e affaticati.

Come base per maschere viso: a seconda del proprio tipo di pelle e della necessità, mescolare una polvere per maschera o un’argilla utilizzando l’Aqua di Rose al posto della semplice acqua, per un trattamento purificante ed idratante.

Sotto forma di idrolato o di acqua di rose ad uso alimentare, reperibile nei negozi etnici, può essere utilizzata per profumare dolcemente i capelli e per ravvivare il riccio il giorno dopo il lavaggio.

Info tecniche dai siti di materie prime
* ricette maschere viso da Le erbe di janas